L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

mercoledì, febbraio 13, 2008

L'ultim0 (e)m0tiv0

...è che ero sul punto di cominciare a sognare...
poi qualcuno ha spento la luce e il prete mi ha tolto il porno dalle mani.
...è che vorrei tanto addormentarmi stretto nelle mie certezze...
poi mi trovo sul letto con gli occhi aperti e penso solo che sono ancora nudo e troppo giovane.
...è che guardando le stelle non riesco a non pensarti...
poi passano le ore e arriva il sole e sotto gli occhi non sono occhiali ma soltanto occhiaie.
...è che lavandomi non levo lo sporco che mi sento addosso...
poi mi scortico la pelle e a poco a poco esce tintura di pomodoro a macchiare la mia vasca.
...è che rivedo lui e lei quella panchina e io piccolo che corro...
poi mi sveglio bagnato in volto e scosso dentro, ma la mia scimmia dice di "piangere di fronte al nemico".
...è che spero ancora arrivi una nuova cometa a guidare il nostro corso...
poi mi spieghi che son solo le scie degli aeroplani e rompi come sempre le mie illusioni.
...è che salivo sopra i tetti per toccare il cielo...
poi ho scoperto che invece è un soffitto e tutto è finto quando sei troppo sensibile per farlo vedere.
...è che credevo nelle lotte di classe...
poi mi han detto che avevan chiuso la scuola ma restavano solo i professori stronzi e Clementi.
...è che a volte buttarei in un fosse i miei 82 chili...
poi sento il peso del salto e mi perdo nei fumi della perversione. Ciclica, emotiva e sfibrante.
...è che mi sento spesso solo senza avere la possibilità di esserlo...
poi sbatto in chi attorno a me mi abbraccia e offro saluti in cambio di altro.
...è che troppo spesso sogno di fare l'Amore...
poi perdo tempo a leggere di altri e mi stanco del sesso a tempo perso.
...è che ho provato a fare il buono, andare in Chiesa e salutare la gente...
poi ho capito che fare non vale la metà di essere e apparire non mi importa.
...è che ero sul punto di cominciare a sognare...
ma non riesco più a dormire.
che poi ti raggiungeremo tutti prima o poi, ma come andavi tu su quelle salite e come ti rincorrevano i nostri sogni nelle discese successive...
che tutti erano incollati alla tv a soffiare inutilemente nella speranza di farti fare un centimetro in più...
che poi a volte i forti sono i primi a dire basta se non hanno niente per cui lottare...
che le perdizioni sono la chiave più semplice e distruttiva per sentirsi a posto...
che poi ti hanno ammazzato e dato in pasto ai cani...
che ti odio per come sei finito, ma ti ho amato per ciò che sei stato...
ma dove trovano spazio le paure dei forti, ci sarà sempre strada da fare per un Campione come Te,
ciao Marco,

9 commenti:

MusEum ha detto...

Sarò ripetitiva, ma anche questo post è bellissimo...

Ancor di più la dedica a Pantani...

piccola ile ha detto...

Giusto stanotte mi sono ritrovata a guardare il soffitto, le certezze che mancano si fanno sentire...
L'immagine di toccare il cielo e scoprirlo finto mi ricorda "the Truman show"...

un abbraccio

daniela ha detto...

Grazie per il ricordo di Pantani..sempre attento alle piccole cose, che poi sono le pi� grandi..bravo Krepa..

JLù ha detto...

ho cancellato per sbaglio il tuo commento sul mio post di san valentino. se ti va puoi scriverlo di nuovo. saluti.

Chicca ha detto...

è che a volte cercare le risposte
è meglio del farsi domande.
Come a volte farei meglio a stare zitta
piuttosto che scrivere cavolate
ma vabbeh.
Buona giornata

Anonimo ha detto...

Max è sempre il piu figo.....a mani basse cucciolo!!!!!!!!!!!!!!!!!
Any è sempre la numero 1!!!!!!!!!!!

krepa ha detto...

@MusEum:per lui tutto...fan sempre piacere i complimenti, ripetiti pure
@piccola_ile:infatti pensavo a quella scena scrivendo...ti fanno sentire sospeso...
@daniela:grazie Dany
@Jlù:era sicuramente poco importante, perchè scritta da uno che non è amato dall'amore
@chicca:non sono cavolate...è vero
@anonimo:?????

betazed ha detto...

quanto spesso le contingenze riproverano le nostre certezze e i nostri preconcetti di faziosi falsi assiomi.
Avrei voglia di sapere quale è il filo rosso che lega...ma forse sono io il bandolo...
un abbraccio di quelli tanto forti da aver la capacità di stritolare le confusioni che son dentro.
Betazed

krepa ha detto...

@betazed:grazie per l'abbraccio