L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

venerdì, novembre 09, 2007

What Will You Wear When You're Dead

Sono momenti lenti, ma li passi con il sangue che pulsa.
Si chiamano emozioni forti e riescono a far passare il dolore anche dal fondo del cuore.
Come un assolo di chitarra in una ballata lenta, sognati Santana in Samba Pa Ti e pensa su quelle note. Non sarai mai solo o vecchio in tutto questo.
Come pensi che ti vestirai il giorno del tuo funerale?
Non manca molto al grande show di fine anno. Il rito pagano per le celebrazioni eucaristiche e le strade vuote illuminate da coni di luce e qualche sporadica figura border-line.
Le case piene di regali e lipidi sotto ogni forma e le strade con giovani ubriaconi, vecchi barboni e qualche stronzo mendicante che ci rovina la cartolina di Natale da spedire allo zio d'America.
Ma noi che ce l'abbiamo dentro, sappiamo che The End non è solo la fine di un film, ma la protesta di uno fuori dal coro verso un Mondo che non lo voleva capire. E a lui faceva vomitare.
Non so ancora se metterò un gessato, pur non possedendolo o se andrò con la maglia più brutta e consunta.
Perchè certe cose non passano mai e stanno ancora correndo. Anzi, si stanno rincorrendo come cani randagi che giocano con la loro cena.
Non c'è tempo dietro Helter Skelter e neppure in Satisfaction puoi trovare ragnetele di quello che fù. Come l'inizio di un pezzo dei Beatles, sarai sempre attuale non rincorrendo l'ansia di apparire dietro al divo del momento. Lentamente e costantemente, portandoti dietro le perversioni e i vizi di una vita baciata dal lamento.
Hai idea di cosa indossasse Kurt il giorno della sua ultima festa?
Nonostante non si sappia ancora Who's Next e ci si rincorra per sapere chi sia il vero Salvatore. Sempre che ci sia un vero Dio e si riesca a capire chi cazzo è il miglior chitarrista di sempre.
Nonostante tutto e nonostante il niente.
L'anima rock non esce presto la sera e passa il giorno a pensare al bello della vita. Tra una birra goduta all'angolo del proprio contorno, una notte di passione appena fuggita e la rincorsa dell'angelo che la salverà dalla solitudine e dal vuoto.
Sono forse parole che non fanno moda, sono temi che non attaccano il cuore col miele dell'amore, sono ciò che rende immortale chi da sempre è considerato convalescente.
Devo farmi una lista di chi non sarà invitato al battesimo del mio giorno zero.
E' l'ancheggiare spavaldo di un belloccio imbrillantino che muove il Mondo più di altri milioni di parole. Che tu lo voglia o meno.
Rock never die, and you? You are too young but you gonna die...

13 commenti:

Davide ha detto...

ma quanto c'hai dentro?

JLù ha detto...

di bianco, Krepa, di bianco.

berazed ha detto...

non ha il liele delle conversazioni amorose...ma appiccica comunque.
ti abbraccio,
betazed

Colombina ha detto...

un vestito di tanti colori...

MARGY ha detto...

....non ci ho mai voluto pensare...anche perchè sapere che quell'abito che abbiamo appeso lì, nell'armadio, possa essere quello che ci metteranno quando saremo stesi in una bara, mi fa paura..

Questo post è carico di significato...però è triste.

:(

krepa ha detto...

@davide:sinceramente non lo so, ma dovresti vedere quando sono in bagno (scusa, ma ci stava...)
@JLù:candida quindi, bene...
@betazed:e cos'è? però rispondo volentieri all'abbraccio
@colombina:bellissimo il multicolor
@margy:triste...mmmmmm...dipende, forse è vero...pensavo di andare nudo al mio funerale...

Alberto ha detto...

Anche se talvolta ci penso "mia sponte", ho chiuso la lettura del post facendo gli scongiuri (eufemismo - ndr).

Quando morirò, non m'importa come sarò vestito al mio funerale perché:
1) spero che la mia anima sarà altrove;
2) non mi preoccupo molto di vestirmi trendy da vivo, figurati da morto (l'eleganza non mi appartiene -ndr)
3) spero che mi cremino e disperdano le mie ceneri nel mare, quindi i vestiti nella bara farebbero una brutta fine.

Un abbraccio scaramantico :-)

Vi ha detto...

Scusa un attimo Krepa!
Ho visto ora il commento dove dicevi di avermi visto..Io lavoro lì vicino..ma teeee....dove lavori??
Mi hai visto???

krepa ha detto...

@alberto:giusto pensarci, per non farsi trovare impreparati
@Vi:attualmente sto cercando lavoro, anzi se me lo trovi...scherzi a parte ero in giro non ricordo per cosa, nulla di importante e mi era parso di averti vista, ma ho visto solo una tua foto, per cui...non sono sicuro

chiara ha detto...

ooh finalmente riesco a passare di qui in tranquilidad...come sempre bello leggerti
e a proposito del post sotto: mercoledì sono a milano, mi fermo pochino ma cerco di passare al mom in direttissima, se sei da quelle parti batti i tacchi tre volte e io compaio, cumpare jambellaus
:)

un Atalantino ha detto...

COMMENTO CENSURATO DA VI AL QUELE TU HAI PARTECIPATO: A BERGAMO è stato ingnorato un segnale di protesta. Le partite oggi non si dovevano giocare. Non è stato ferito nessuno anche se tu alla tv senti che i tifosi si sono scontrati. E' per metterti paura e infatti ci riescono. Qui siamo tutti d'accordo a interrompere il campionato anche adesso. tu invece accusi e tiri fuori luoghi comuni che senti in Tv. Non hai una testa tua per ragionare. E' stato chiesto prima della partita di rinviare l'incontro. Non hanno ascolatato. La protesta è andata avanti senza feriti. alla fine la partita è stata sospesa e molto probabilmente la mia squadra perderà 3-0 a tavolino. Ma sono orgoglioso come tifoso di non aver giocato questa partita nel rispetto di un'altro tifoso morto ammazzato. Negli altri stadi sono rimasti zitti tutti. Le partite oggi non dovevano essere giocate. Tu ti limiti a giudicare le immagini di tifosi che cercano di sfondare il vetro in onda continuamente. L'obbiettivo era solo si rinviare la partita.Non viene ascoltato nessuno. Se si voleva la violenza vera fuori dallo stadio c'erano i poliziotti per farla. Loro non aspettavano altro, per questo non erano dentro oggi.
Apri gli okki e di qualcosa d'importante e riflessivo ogni tanto. Togli l'immaginetta del tifoso morto ammazzato. Ci fai bella figura. perché con i tuoi discorsi fatti di luoghi comuni non onori nessuno.

Vi ha detto...

Che dire...se sei contento tu Atalantino..questo è l'importante.
IO dico che ricordare un ragazzo morto ammazzato per un errore umano sia onorevolissimo.
Perchè mi sentivo così.
Perchè mi sembrava giusto ricordarlo visto che nessuno di alta carica nel mondo del calcio ha ancora pensato di fare come per Raciti.
La pensiamo diversamente.hqoxlc

Quanto a te Krepa..cosa ti piacerebbe fare?
Qui da me stanno cercando..
Bax

krepa ha detto...

@chiara:ci provo, se riesco vengo...grazie
@atalantino:ciò che è successo è grave, va oltre il calcio. non esiste che si spari a questo modo, non esiste che si occulti tutto per ore e si inventino balle. Non esiste morire a quell'età e per una cosa così scema...detto ciò, non si doveva giocare e non si doveva fare tutto quel casino, perchè così sembra soltanto che si aspettasse il pretesto per spaccare tutto
@Vi:grazie per l'interessamento...magari te lo scrivo via mail...che qui poi si mettono a ridere