L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

venerdì, luglio 20, 2007

Musa (in cerca di)

Sono molti giorni ormai che credo necessiti di una Musa.
Certo il tempo del mio pensiero può sembrar molto, ma diventa poco se espresso in mesi ed additittura nullo se posto in anni.
Il fatto è che credo mi renderebbe tutto più facile. Potrei dormire la notte, risparmiare i soldi delle copiose bevute e dedicarmi maggiormente ai miei hobbies ormai sopiti e addormentati nell'oblio dei nullafacenti. Il bricolage e il giardinaggio.
Non cerco modelle, ma obiettivi estetici da raggiungere. Poi non voglio rappresentarli solamente nella mia mente e neppure minimizzarli ad un mero ideale sessuale.
(ndr Ciò non vuol dire che non farei sesso con modelle).
Non mi sono mai scopato una musa ispiratrice, forse perchè non ne ho mai avuta una.
Un'ispirazione, un ideale o semplicemente una figura che mi permetta di tramutare in parole ciò che di bello esprime.
Un fiore di vent'anni non ancora conosciuto, una trentenne da seguire, scovare e capire. Anche un bel cavaliere giovane e tenebroso, alla Dorian Grey.
Certo starai pensando che ho bisogno di una ragazza, intesa come fidanzata e quindi affetto e blablabla...può darsi, ma parlo d'altro.
E' un equilibrio instabile, che spesso porta a star bene da solo e male con altri se non ho la mia ispirazione. E' una corda che ti tiene in bilico su un burrone tra lo star bene se c'è e lo star male
anche se è presente.
Forse è la netta ricerca di una fonte di ispirazione, del bello, che ti porta allo sfinimento e all'evaporazione delle idee.
Forse è solo...ma magari anche no...boh?!?
Forse è annegata in un bicchiere di Vodka Tonic, ma allora capisco che forse sarò costretto a non esser mai ispirato e quindi solo.
Allora prendo il telefono e scorro la rubrica. Penso a quanti di questi nomi abbiano una Musa e rido, perchè forse anche loro sono in cerca e se non ci troviamo mai è proprio perchè siamo sempre fuori, in cerca di Lei e trovando Lui. Sempre che si senta il bisogno del Bello.
Io sono fuori da un bel pezzo e non trovo nulla di così bello che voglia illuminarmi il percorso e la cosa buffa è che quelle cose da cui mi farei ispirare non vogliono seguire la mia strada.
Certo l'erba del vicino è sempre più verde ed è anche per questo che mi sto attrezzando bruciandone un pò.
Qualcuno disse -"sono uno straniero infelice contento di scappare per le strade del Messico. I miei amici sono morti su di me, le mie amanti svanite e le puttane bandite, il mio letto sbattuto e sollevato dal terremoto**"- già ma io in quelle strade ci sono già passato e ora ho proprio voglia di capire da dove cazzo veniva quella luce che mi ha portato fuori da quei cunicoli.
Ora esco a cercare qualcosa di bello e ho anche una certa sete.

Vorrei un pò di quella ispirazione che ti fa inventare storie magiche e fatate. Come i Grandi scrittori, come chi ha inventato storie di proiettile volanti, di sassi devianti e di molotov che appaiono e scompaiono. Di botte date al vento. Storie così, mi chiedo da quale bellezza vengano ispirate. Di certo non dalla vita e di sicuro portano alla Morte del bello e del giovane.
Ricorda ora, ricorda sempre...
**Jack Kerouac
parlando di cose davvero serie. vai qui

11 commenti:

sonia ha detto...

Beh...in effetti una musa, ricaricherebbe...

Se ne trovo una adatta a te, te la presento. Promesso.:)

Alberto ha detto...

Anche se la chiusura è alla Spock, mentre sta per sacrificarsi per salvare l'Enterprise e passa la sua memoria al Dottor McKoy (che citazione, eh? - ndr), questa volta mi hai ricordato Andrea Pinketts. ;-)

Anch'egli, come te, ha vissuto/vive la solitudine come occasione d'ispirazione per le sue pagine; anch'egli è inseguito da demoni che non riesce a domare, ma che gli consentono di vivere quando ne trasferisce alcuni nei suoi libri.

Le sensazioni di cui scrivi, credimi, sono comuni a tutte/i. Ognuno (chi più chi meno) vive inseguito da queste angosce, da questi dubbi, da questa unicità; tutti cerchiamo la nostra strada, ma nessuna musa interverrà a ispirarci e a darci risposte che già non ci appartengano.

Il Demiurgo, il Deus Ex Machina, che ci dà una vita che è fuori di noi è solo un'invenzione filosofica. L'amore può cambiare gli equilibri e farti vivere un'esaltazione che nemmeno 100 canne, siamo d'accordo. Ma non possiamo delegare a un'altra persona il raggiungimento della nostra felicità e del nostro -seppur precario- equilibrio.

Continua a vivere al massimo, amico mio (se posso permettermi questa definizione - ndr); ma soprattutto, continua a vivere con tutto il cuore che hai: se lo butti dentro, il cuore, non sbaglierai MAI, neanche se dovessi sbagliare o cadere perché avrai espresso te stesso e lo avrai fatto autenticamente, fino in fondo.

Il successo è un concetto molto relativo, credimi, quello che conta è sentirsi bene e in pace con sé stessi. Quando raggiungi questo traguardo, avrai decine di fantastiche muse ispiratrici che ti cercheranno per farti tutte le ispirazioni che vuoi... ;-)

Perché anche le muse sono piene di demoni che le tormentano e di cui si vorrebbero liberare...
Perché anche le muse sono consapevoli che un giorno tutti finiremo in un grande, universale, museo...

Non esiste un'unica strada, un unico modo di essere, esiste solo una serie di valori che fanno parte di noi e a cui dobbiamo fare riferimento per non perdere la nostra rotta. Quindi...
...Vai lì fuori e continua a gridare il tuo nome, frà'.
Il fiato deve servire a questo.

Un abbraccio blablabla :-)

Morgan ha detto...

Lo sappiamo che sei stato sempre un romantico! ;)

krepa ha detto...

@sonia:anche se non sono Muse, presentami tutto il presentabile...mi piace conoscere "persone" nuove
@alberto:ammazza che bel commentone, grazie per tutto e per la fiducia che mi dai...poi su Piketts non posso che abbracciarti, è uno dei miei preferiti e poi è "di zona", quindi...anche se lui beve molto, ma molto, più di me
@morgan:sempre stato bello e romantico...

sonia ha detto...

Krepino...noi ci incontriamo venerdì ad Assago al festival latino americano...vieni? :D

Allitterata ha detto...

Son stata la musa di uno. Non ne ho guadagnato un cazzo. Neanche quello.
Cercati una brava ragazza, e lascia stare le procacciatrici di ispirazione.
:-)
A.

krepa ha detto...

@sonia:sono un pò in sbattello pesante pre-partenza e io ODIO il latino americano...ma se sei anche3 in giro per una birra, anche veloce, Krepa c'è!!!
@allitterata:dici che dovrei lasciar stare?eri una Musa che ispirava?ma neanche quello hai guadagnato...cachio...

Anonimo ha detto...

Ciao Simo!Attendendo i primi messaggini di auguri x il mio 24esimo compleanno mi affido alla compagnia dei tuoi post..son rimasta un pòl indietro,un'abbraccio!jenny

krepa ha detto...

Ciao Jenny!Auguri!!!!!!!!!!!!un grosso abbraccio e festeggia anche per me!!!

Cilions ha detto...

ti capisco!!! Non v'è persona di virtù, cavaliere o poeta che possa fare a meno di una musa per ispirarsi lungo il proprio cammino...
ti auguro di ispirarti presto!

Bibbo ha detto...

Ti ho trovato per caso e mi ha fatto piacere averti letto.
Tu non sai quanto ti capisco! Credo ti leggerò volentieri, e se ti va, fai un salto anche da me.
A presto.