L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

giovedì, giugno 21, 2007

si torna a sQola

Non sono mai stato ad una colonia estivo da bambino, ma sono convinto che nella vita si debbano fare tutte le esperienza. Quasi tutte insomma.
Da piccolo andavo sempre con i miei nonni, nelle Marche, e di tempo per stare a Milano, per fortuna non ne avevo.
Così ho deciso di farlo ora, bèh...proprio deciso no, diciamo che è "capitato".
Così appena un amico mi ha proposto il lavoro con una cooperativa sociale, a me che (testuali sue parole) "hai pazienza coi bambini", non ho potuto fare altrimenti che accettare.
I soldi mi servono per le vacanze, il lavoro è migliore che stare a casa a far nulla.
Potevo fare il commesso in Duomo, ma ho rifiutato, esperienza già fatta.
Io non sono mai stato in colonia.
Così ho accettato, la paga è comunque buona.
Responsabile sportivo ed educatore. Mi sembra la mansione adatta ad uno come me.
Il problema, piccolo, è che devo andare dall'altra parte di Milano, che potrebbe voler dire anche dall'altra parte del Mondo, nella periferia più periferica di Milano.
Alla fin fine non saranno certo un centinaio di bambini a spaventarmi, anche se tutte le colleghe e colleghi, maestri di professione, li dipingono come diavoli assatanati.
A me stan simpatici e fanno ridere, anche se dicono parolacce e si menano. Anzi...
Ci sono quelli con storie davvero dure, la zona non è certo BeverlyHills e trovare chi ha genitori in vacanze forzate tra le quattro mura è facile. Troppo purtroppo.
La cosa importante è saperli prendere e capire, magari cercando di vedere cosa hanno dentro, che sono bambini come tutti gli altri anche se iniziano il discorso con minchia o cercano di picchiare tutti.
C'è una storia dietro tutti.
C'è una storia dietro P., un bimbo down che ha deciso che sono suo padre anche se gli ho detto più volte che non voglio responsabilità e al massimo posso essere il fratello, ma a lui non va giù la cosa. Poi C., un pò autistico, ma quel che è peggio è che ha preso il vizio di rubarmi la Gazzetta per arredarsi la sua casetta (un cartone)...poi S. un bimbetto di 6 anni, somalo, costretto a stare in sedia a rotelle e che ogni giorno mi dice di togliermi gli orecchini e cercarmi una ragazza, "tu che puoi". Non riesco ad essere impietosito neppure da lui, dirgli cazzate, che un giorno anche lui potrà giocare a pallone con gli altri...è troppo intelligente per crederci ed è troppo far credere certe cose.
Anche lui è, pur se bambino, ha la sua storia, i suoi sogni, il suo mondo.
Ed è bello vedere la sua carrozzina spinta dal cinesino che non parla italiano, vedere giocare a pallone e sembra una pubblicità dell'Onu per quante razze ci sono...
poi se devo farmi tre ore di strada al giorno, se fa caldo, se la paga fa un pò cagare per ciò che sifa, se un pò mi annoio...fa nulla, anche questo sarà storia...

13 commenti:

jennt ha detto...

scegliere la fatica del pendolare per far divertire e donare il sorriso a delle piccole pesti piuttosto che quella "comoda" del commeso in centro ti fa senza dubbio onore..in bocca al lupo!

Ca ha detto...

porti sempre un pò di sana infantilità (ma si dice cosi??? Boh...) nella mia vita da "grande"...se ogni tanto ti capita di lavorare il sabato o la domenica, mi farebbe piacere accompagnarti, magari troverei un pò di pace fra quei bimbi che fra una "minchia" e un'altra regalano sorrisi che valgono più di qualsiasi stipendio. Chissà, magari le lasagne piacciono anche a loro...

Anonimo ha detto...

ti ammiro.....smackkk

musicomane ha detto...

In bocca al lupo per l'avventura ;)

Musico.

krepa ha detto...

@jenny:grazie e in bocca al lupo a te per i vostri eventi. come sono andati???
@ca:ma io sono un bambino...lo sai...sano non lo so, ma infantile sì
@anonimo:grazie...anche io ti ammiro
@musico:grazie mille

Giulia ha detto...

Ti cercavo.. :-(

krepa ha detto...

@giulia:dove?

Viola ha detto...

Un'esperienza che ti segnerà e che ti ricorderai per sempre.Io ora non so se sarei in grado di "sopportare" tutto questo peso psicologico. Se grande!

Sara ha detto...

Ti nobilita l'animo.
L'anno scorso ho fatto un'esperienza simile, grazie alla quale ho cambiato il mio sguardo sul mondo.
Alla fine sarai tu a ringraziarli, perchè nel bene o nel male i loro sorrisi, i loro abbracci ingenui, le loro parolacce che stonano su quelle bocche così giovani ti regaleranno tantissime emozioni. Non demordere quando ti sembrerà di impazzire!!!

In bocca al lupo

Guja ha detto...

ciao simo è un pò che non ci si vede cmq vedo che state tutti bene ma ti sei tagliato i capelli?

Alberto ha detto...

Un bel tuffo nella realtà... GRAZIE! ;-)
Scrivi sempre alla grande!

Un abbraccio altrastoria :-)

krepa ha detto...

@viola:più che il peso psicologico, ci vuole pazienza
@sara: demordere no, devo pagarmi le vacanze...cmq sono d'accordo con te
@guja:tutti benissimo...ebbene sì, ho tagliato il pelo
@alberto:grazie....

krepa ha detto...

@viola:più che psicologico, ci vuole pazienza...
@sara:sono d'accordo con te, ma non demordo, mi devo pagare le vacanze
@guja:tutti benissimo...ebbene sì, mi sono tagliato il pelo
@alberto:grazie