L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

giovedì, novembre 09, 2006

BabeL

Ti ho amato la prima volta con Fight Club. Alla follia. Amore vero, sfrenato.
Li mi hai esaltato e so per certo di non esser stato l'unico.
Ti ho visto in "the Mexican" e...sì...bravino.
In Snatch hai ripreso tono, muscoli e livello che hai mantenuto con Spy Game.
Dopotutto avevi vicino un certo Robert Redford.
Qui non sei niente di tutto questo, sei forse marginale pur essendo nel filone principale del film.
Ma non protagonista assoluto. Mi sei piaciuto.
Bravo Tyler. Già scusa, Brad.

Il film è molto bello nella trama e nel modo in cui è svolta.
Tanti filoni che raccontano la stessa storia, molti flashback, il finale che riprende la fine.
Molti mondi rappresentati, quasi tutti direi.
Dal medio-oriente "caldo" per motivi politico-militari alla frenesia del ricco Giappone.
Dal benessere americano alla vicina povertà messicana.
In questo i tanti problemi di una famiglia, anche se agiata.
I bambini e la loro difficoltà di essere tali in posti di guerrao poveri.
La malattia e i difficili rapporti coi genitori.
La difficoltà e la tensione che si respira alla frontiera tra Usa e Messico.
Devo dire un film molto crudo, ma non solo.
Un bacio ritrovato per una coppia in difficoltà; il fatto di aver evidenziato il disagio con la politica dei gringos alla frontiera; i soldi non presi dall'arabo offerti da Pitt per l'aiuto...
e altro...

Però in Fight Club eri tutt'altra cosa...

19 commenti:

sonia ha detto...

Vado, vado a vederlo settimana prossima...lo recensirò anche io! Così confrontiamo!

Un abbraccione e un buon risveglio...

Er Varano ha detto...

....il massimo però lo raggiunge nell'esercito delle 12 scimmie...

Viola ha detto...

E vabbè...cos' mi viene voglia di mollare tutti i miei programmi serali per andare STASERA a vederlo!!!Bella recensione...ti dirò...

Fra ha detto...

Allora lo vado a vedere anche io!

sunshine after the rain ha detto...

2 scene emblematiche sono la scena dei soldi che fa capire la differenza fra 2 culture in questo periodo cosi antagoniste (o fatte credere tale) e la scena dei turisti che senza alcun sentimento di solidarietà se ne vanno senza preoccuparsi della situazione..splendido e triste quadro dell'abisso esistente fra le 2 culture..e polemico a mio avviso!

krepa ha detto...

@ sonia, viola e fra: andate

@ varano: finalmente su questi schermi...mi ero dimenticato di quel film che ho amato meno di altri ma in cui BRad rende bene...grazie

@ sunshine: hai visto il film?ma dai!!!bella quella scena e bella anche la scena prima, col villaggio attento e preso come fosse un avvenimento, cosa per noi alquanto normale.
Ma anche i fratelli che giocano, la ragazza giappa che si sta suicidando prima che entri il padre...i vari Mondi rappresentati...bellissimo

sunshine after the rain ha detto...

è si..l'ho visto...purtroppo la compagnia non era un gracchè ma il film si... ;-)
Cmq hai ragione e lo hai descritto molto bene...convincente efficace e appassionato!

sunshine after the rain ha detto...

by the way..la giapponesina é un magnifico esempio di profonda isolazione e alienazione dal mondo che ci circonda e lo sforzo di farsi accettare a tutti i costi..nel suo con il sesso!

krepa ha detto...

@ sunshine: ogniuno sceglie la compagnia che si merita...eheheheh...grazie
cmq a me la giappa ha fatto grande tenerezza

Whitedog ha detto...

Con piacere noto che qualcun altro parla di Fight Club, anche se forse in termini del tutto divrsi da quelli con cui ne parlo io.
Come te ho visto Babel ed anche a me è piaicuto molto. Devo dire che Pitt è finalmente uscito dal ruolo del bellone per antonomasia e si cimenta con la vera recitazione: non era facile il suo personaggio ma lo ha reso bene, il nervosismo trapela in ogni sua battuta (anche se forse di questo dovremmo rendere ancora una votla grazie ai nostri grandi doppiatori).
Infine una precisazione, so di risultare noioso ma ci tengo: La storia dei bambini che sparano alla donna è ambientata in marocco che non è nell'area mediorientale ma nel maghreb (il marocco da appunto il nome a quest'area).
Caio krepa, continua così!

P.S.: certo che sta pubblicità rompe propio i coglioni, perchè l'hai rimessa!

krepa ha detto...

@ white:sul Maghreb hai ragione..chiedo venia.
Cmq FightCLub l'ho preferito in forma cartacea, ma Palahniuk l'ho conosciuto grazie a questo film...bella!

Ca ha detto...

io non ho visto Babel e non mi fa impazzire Brad Pitt, anche se nell'esercito delle 12 scimmie quasi mi sono ricreduta. Però amo Palahniuk, e Diario in particolar modo....posso continuare a lasciare commenti sul tuo blog lo stesso???

Anonimo ha detto...

il film bello veramente. splendida tutta la scena della frontiera... splendido il modo in cui è rappresentata la difficoltà nel venire ascoltati, l'incomunicabilità, la cosciente ed egoistica chiusura, la consapevole indifferenza... in certi momenti ti vorresti alzare dalla poltrona del cinema e gridare "cazzo! possibile che non capisci?!".
un neo, la giappa che torna nuda dal poliziotto: troppo prevedibile.
mi è piaciuto. certo dopo 'amores perros' e '21 grammi' che la particolarità del regista fosse questo montaggio a flash back/forward tra storie incatenate era ben chiaro... ed è stato ribadito. la prossima volta speriamo ci stupisca con qualcosa di nuovo!
cigarro

krepa ha detto...

@ ca: tu DEVI lasciare commenti...sei una colonna nobile di questo ignobile blog...DEVI!!!!

@ cigarro: non ho visto gli altri film del regista, ma questo mi è piaciuto molto. le scene più belle sono, per me, dal Marocco, tra villaggio(quella dell'elicottero) e quella in cui i fratelli giocano insieme.
Ti dirò..la sensazione di alzarmi l'ho avuta spesso

Johnny Durelli ha detto...

Vado a vederlo appena posso. Tu corri a sgranarti gli occhi per "The Departed".

Il Varano BradPittista ha detto...

Cazzo Krepa non hai visto 21grammi!!!Fossi in te provvederei subito credo sia assolutamente da inserire nella propria top ten categoria film Imperdibili...per quanto riguarda Brad Pitt credo che sia un grandissimo attore ...si vede che è uno che sceglie attentamente le produzioni a cui partecipare infatti difficilmente i film a cui partecipa risultano essere noiosi o poco innovativi...in The Snatch è fantastico in Vi presento Joe Black ti fa commuovere in Fight Club è ambiguo e cattivo in Ocean's eleven divertente...non dimentichiamoci Seven Intervista col Vampiro dove Tom Cruise gli fa le Pippe...Brad è un grande...
Krepa seconda volta su questi schermi...è vero ma ti seguo da moooolto....grande continua a scrivere così!!!

Joe Rokocoko ha detto...

causa lavoro mi è toccato andare a vedere Babel da solo (figata le anteprime). uscito dal cinema mi sentivo addosso un'inquietudine assurda... e porca puttana non potevo parlarne con nessuno!!! ora ritrovo i momenti più belli del film... la giapponese che entra in discoteca... brad pitt che parla al telefono col figlio... e poi i fratelli che giocano.. un film imperdibile...

krepa ha detto...

@ varano:grazie...cmq avevo dimenticato SEven...bellissimo.

@ JD:ok, andrò

@ joe:andare al cinema soli mi piace, ma poi non puoi parlarne con nessuno. A memo che tu non ti metta ad importunare le altre persone

Joe Rokocoko ha detto...

la prossima volta mi porto dietro franchino