L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

sabato, luglio 29, 2006

Abbracciamoci tutti e vogliamoci tanto bene

Negli ultimi venti giorni ho rivisto poche volte le immagini, i goal, i rigori.
Avevo tutto dentro e soprattutto non ho Sky che l'ha fatta rivedere più volte.
Ho comprato il dvd e ho passato le ultime due ore a rivedere quelle cazzo di immagini.
Non faccio il frignone, ma ho pianto.
Per il ricordo, il rivivere le emozioni e perchè ha ragione Caressa...
"Non dimenticherete mai dove siete adesso...
non dimenticherete mai con chi siete adesso...
è l'abbraccio più lungo e bello che una manifestazione sportiva potrà darvi"

Cazzo se è vero...quella palla di Pirlo per Grosso, il tiro in faccia a Ballack, la traiettoria perfetta e la sua corsa, non ci crede, dice "No No..." e noi in casa di Lillo completamente fuori di testa perchè il caldo e la tensione ti mandano fuori. La corsa in terrazzo, le grida, la rabbia e poi quella palla rubata da Cannavaro, il rimpallo, il lancio di Totti e il Gila che prova l'azione, non perde tempo e DelPiero, il campione che ha vinto tutto ed è sempre stato criticato. Credo che nel suo grido dopo il goal ci sia tutta la sua rabbia. Ho fatto in tempo a rimettere la testa in casa che già eravamo 2 a 0. La strada e tutti a Berlino...

...poi quel 9 Luglio, l'ho già detto, indimenticabile. Però rivedere Marco volare in cielo, quel goal e Cannavaro che lo punta col dito e lui che dedica il goal più importante della sua vita alla madre che non c'è più, quella che tutte le domeniche gli insulatano. "Mamma è tuo!!!".
Poi il Mondo giustifichi pure quella merda di Zidane, povero stronzo figlio di puttana.
Tu il rigore l'hai calciato e mi viene in mente che tensione avevo quando eri sul dischetto. Il silenzio della casa, il grido ad ogni goal, "Trezeguet...non è goal", poi DeRossi, Alex e alla fine la favola del Mondiale, quello sconosciuto che ha vinto il Mondiale e l'esultanza. Non ricordo un cazzo, solo la rete gonfia e la corsa pazza dei ragazzi. La Coppa, l'inno e in sottofondo "Notti Magiche" la colonna del nostro Mondiale, quello di quando eravamo bambini e che abbiamo perso. Allora è un segno...è propria nostra sta Coppa. Un segno...
"L'abbiamo vinta tutti...è la Coppa di tutti noi e di questa fantastica squadra"
Che serata. Non la dimenticherò mai e ogni volta piangerò.
Chi può dimenticarla?
Cazzo ha ragione Caressa...

3 commenti:

dade ha detto...

Solo a leggere quello che hai scritto mi emoziono ancora per quello che ho vissuto in quei momenti.
Mai provata una gioia così, e ancora adesso che è passato ormai un mese, ogni volta che rivedo il gol di Grosso contro la Germania, quello di Del Piero, il colpo di testa di Marchino Materazzi, e tutti i rigori contro la Francia.... mi viene da piangere.

Carmen ha detto...

A me sta' tornando ora la voce da quanto ho urlato quella sera ... oddio anche le partite prima a dire il vero .. pur non capendoci un gran che di calcio e essendo partita guardando il mondiale con un sacco di remore verso la nostra nazionale ... mi scuso tanto di cappello ai nostri ragazzi :)

krepa ha detto...

già...tante emozioni e che bei momenti.
sicuramente sarà una delle poche cose che domani potrò dire alla mia piccola Krepa o al mio piccolo Krepa...
io c'ero e ho vinto...
avrò fatto poche cose. Il campionato col Muggiano, il Mondiale, forse qualcosa con l'Inter e l'essermi innamorato della loro mamma...
sicuro...forse...