L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

sabato, febbraio 18, 2006

Lettera a Roby

Caro Roby, come ben sai non sono esempio di morale e di saggezza.
Non sono propriamente moderato e neppure totalmente convinto che con la non-violenza si arrivi sempre alla Pace.
Sono invece convinto che Pace e Democrazia (sempre che esistano) si possano ottenere soltanto attraverso la Libertà. Non la "Casa delle libertà", ma la libertà di credo, di professione, di stampa, di pensiero e via dicendo. Il tutto condito da ampie spruzzate di Rispetto e Conoscenza degli altri. Questo soprattutto se hai un ruolo importante, di rilievo. Insomma non sei solo un pirla che scrive su un blog, cazzo, sei Ministro. E' vero, hai ragione, ci vuole coraggio ad averti come Ministro, così come ci vuole coraggio ad aver rinnegato più volte in passato lo Stato Italiano e poi sedersi in Parlamento e prendere fior fior di stipendio. Ma a me i furbetti stanno simpatici, poi tu mi ricordi troppo il grande Renato Pozzetto, quindi non mi importa di questo. Continua pure.
Ma dal tuo salottino romano o del varesotto, insomma dove cazzo appoggi il tuo culo, non scherzare con religioni e culture altrui. Non sei paladino di un cazzo, non difendi TU la libertà di stampa. Là, nei paesi arabi, c'è gente che si fa il culo per mantenere la calma e equilibri più che precari. Tu non sai come la vedono sull'immagine di Maometto, tu non sai quanto sia importante il Corano. Non sai cosa sia una fatwa e cosa comporti (chiedi a Salman Rushdie).
Non si scherza con magliettine stronze su questo...non ti do del coglione, del testa di cazzo. Non dico che sia colpa tua quello che è successo in Libia. Non lo dico, posso pensarlo...ma stai attento, cazzo.
E poi basta magliette della salute, non si mettono. Ho convinto anche Ringhio di questo...
Tuo Krepa

8 commenti:

Joe Rokocoko ha detto...

io sinceramente non ho mai visto nessuno che si offende a cinque mesi di distanza dall'aver ricevuto una battuta chiamiamola pure "sconveniente".
Oh Simo, cinque mesi sono tanti cazzo. Tu ti ricordi se qualcuno ti ha offeso cinque mesi fa? Non credo.
Lascia perdere la questione, Calderoli è un pirla e vabbè.
Ma ragiona sui cinque mesi... non trovi nulla di strano?

Anonimo ha detto...

ragazzi ok nn si scherza su queste cose...maquando sento l'islamici che si incazzano mi vengono in mente le crociate.....

CAZZO BASTA CON IL MIO DIO E IL TUO DIO...E ORA DI SVEGLIARSI..

VI LASCIO CON LE PAROLE DEL GRANDE JHON HA SCRITTO IN imagine:


imagine no countries...
iamgine no heavens and no religions too

IAMGINE ALL THE PEOPLE LIVING LIFE IN PEACE...


Un abbraccio

IL KUKKA

ringhio ha detto...

Tralasciamo l'argomento magliette della salute. Il fatto che non la indossi piu' e' tutto da dimostrare....
Ma scusa Carlo, cosa intendi per 5 mesi fa? Non se l'e' messa qualche giorno fa quella splendida maglietta, il Roby?

Joe Rokocoko ha detto...

disquisire della maglia di calderoli è parlare del nulla. preferisco allora commentare il grande fratello o il marito di angela cavagna che dice "tricche ballacche".

da ministro, calderoli ha compiuto un gesto volgare e stupido, perchè non si va a provocare qualcuno quando ha ancora i nervi scoperti.
però la verità è che il casino, gli scontri, le proteste sono scoppiate cinque mesi dopo la pubblicazione delle vignette. ma di questo pare che solo magdi allam abbia voglia di parlare.

e se qualcuno vuole dare delle lezioni a calderoli, bè, ricordiamoci chi è che ha portato in italia ocalan... no voglio dire... dai ragazzi

krepa ha detto...

I casini sono scoppiati 5 mesi dopo perchè nei paesi islamici, non essendoci libertà di stampa, soprattutto negli ambienti più ontegralisti, la notizia non era giunta. A portarla sono stati due sauditi, mi pare, che vivono in norvegia.

Sicuramente il fatto che sia scoppiata dopo, è montata ad arte da chi da questa situazione ne trae vantaggi. Politica del terrore o affini. Cmq non ne ha parlato solo Magdi Allam, l'han detto subito dei 5 mesi dopo. Perlomeno io l'ho saputo subito.

Però è un pirla...Ocalan è un'altro caso...questo ti mette contro milioni di persone col suo facciotto da pirla. E oggi, tronfio, promette nuove magliette...boh..

Davo ha detto...

Personalmente credo che Calderoli, nonostante avesse potuto benissimo stare zitto e buono ha semplicemente usufruito del diritto che ogni persona ha (o che comunque dovrebbe avere): la libertà d'opinione...non mi interessa che si vada a ripescare tutta la vita di calderoli con le (sicuramente enormi,come quelle di quasi tutti i politici) cazzate che ha fatto...soffermiamoci solo sul particolare: un ministro esibisce una maglietta (ovviamente in modo provocatorio) dove vengono riportate delle vignette che sono state pubblicate 5 mesi prima e che fanno satira su Maometto. Mi sembra che ciò che ho scritto sia abbastanza oggettivo. Come ho detto prima, questa è libertà di espressione, di opinione o di come preferisci chiamarla. Non credo sia normale che vengano bruciate chiese, che vengano uccise persone (e in Nigeria non sono morti solo cristiani!), che vengano messe taglie su coloro che hanno disegnato quelle vignette (i quali come calderoli, hanno usufruito della loro libertà d'opinione)...ma pensiamo semplicemente alle barzellette su S. Pietro, su Adamo ed Eva, su Gesù stesso...ma tu ci ridi sopra o prendi un fucile e vai a sparare ai barzellettieri?? Ti lascio di seguito l'indirizzo del mio blog, xkè mi piacerebbe sentire la tua risposta...
Buona giornata, Davo

Davo ha detto...

P.S.: come è stato provocatorio Calderoli, non è stata provocatoria la sinistra radicale che in un paese dove la libertà è sicuramente migliore che nei paesi arabi, ha bruciato le bandiere di Israele?
Davo

krepa ha detto...

Davo rispondo...qui non si vuole innanzitutto difendere chi canto 10 100 1000 Nassirya...sono solo dei coglioni.

secondo: c'è una distinzione da fare tra la nostra civiltà e quella musulmana. Da noi il singolo individuo ha libertà di credo e di coscienza. L'indignazione per una semplice vignetta è cosa normale, come è giusto avere la libertà di stampa e di satira. Noi abbiamo una civiltà moderna, basata su basi democratiche. L'islam che è insorto no. Si basa su valori medioevali e su una tradizione religiosa che porta il sistema legislativo a dipendere dalla religione.

Ciò che sta avvenendo è sbagliato, la violenza in sè è sbagliata, soprattutto se mascherata dalla religione (integralisti) o dal commercio e dal guadagno (occidente).

Calderoli sbaglia fondamentalmente perchè è MINISTRO e rappresenta l'Italia, paese laico a preponderanza cattolica, che ospita il Vaticano e via dicendo.
E' stato un coglione e basta...non sa qual'è il valore dell'immagine di Maometto per un islamico...non viene rappresentato neppure in moschea. Da noi l'effetto è diverso per via di un processo di disammoramento religioso. Abbiamo altri valori, vuoi o non vuoi...

Bella