L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

lunedì, marzo 17, 2008

Quattro punti per centinaia di vite

Per una volta andare oltre le stupide parole di un qualcuno preso a caso e pagato il solo prezzo dei 5 minuti che dedichi a un suo post.
Poi vedi una marcia, tante voci, ma così forte che anche se fosse solo una, avrebbe il peso e l'importanza di essere ascoltata.
Perchè in italia (lo scrivo appositamente minuscolo) troppe volte si dimentica e come qualcuno al Governo qualche anno fa sottolineava, con certe cose si deve imparare a convivere.
Poco importa se quel qualcuno era il Ministro di Grazia e Giustizia, Castelli, e quel qualcosa era la mafia.

Allora non aggiungo nulla a quella voce e a quella marcia, già abbastanza forte, come un mare di sogni in piena, come tutte le illusioni di libertà...
Solo 4 punti per fissare una storia.

. . . .

Solo 4 punti, piccoli, con dietro grandi verità e altri centinaia di punti.

**un benvenuto sincero al piccolo Andrea, ora a Muggiano siamo uno in più

5 commenti:

Joe Rokocoko ha detto...

sì vabbè comunque era il ministro Lunardi.

vabbè vabbè vabbè

c'è limite al peggio? bah. una volta una deputata COMUNISTA ha votato CONTRO al decreto anti-infibulazione. fai tu...

krepa ha detto...

@joe:ok, visto che sei in vena di precisazioni allora correggi anche il ministero che non era Grazia e Giustizia, me ne sono accorto anch'io molto dopo averlo scritto, ma non è quello il succo della cosa. Che ne dicano di cagate non lo metto in dubbio, ma che cazzo centra l'infibulazione se si parla di mafia???

Fra ha detto...

L'infibulazione centra in quanto la mafia occlude la possibilità alla figa del mezzogiorno, la Sicilia, di poter esser invasa da turisti, italiani che vogliono conoscere l'arte, dagli stessi siciliani che nella loro terra vorrebbero prosperare.
Una metafora ginecologica per dire che in fondo, siamo ciò da cui usciamo.

un bacio, bellezza.

Alberto ha detto...

La Storia, è noto, viene scritta da chi vince e secondo la propria interpretazione dell'accaduto.

Siamo ancora in un momento particolare della nostra democrazia, quindi potrebbe accadere che tra qualche anno nelle scuole i ragazzi leggano sui loro libri di storia che Falcone/Borsellino/Impastato/etc. furono degli oppositori e non dei martiri.

La guerra alla mafia (scritto volontariamente in minuscolo - ndr) è in corso e lungi dall'essere vinta: l'emergenza rifiuti in campania (come sopra - ndr) ne è un indizio, le preoccupazioni dei nostri politici ne sono una prova.

Personalmente, pur avendo grande considerazione delle potenzialità umane degli italiani, sono pessimista riguardo all'esito della lotta alla mafia in tempi brevi: la nostra mentalità è vigliacca e leccacu*o verso che comanda, non importa come e perché.

Però ci sei tu, ci sono io, ci sono i ragazzi di Locri che vanno in corteo esponendo uno striscione con scritto "E ADESSO AMMAZZATECI TUTTI", c'è la sciura Amalia che denuncia il suo panettiere (cronaca recente - ndr) perché le ha venduto il pane per due anni senza farle mai uno scontrino, c'è ancora qualche giornalista che ci mette la faccia e va ad intervistare i Carabinieri anziché i boss (maiuscole/minuscole come sopra - ndr); insomma c'è ancora un margine per sperare, perché il pensiero di uno stato di diritto sopravvive.

E speriamo di non diventare tutti pesci, come nella canzone "Futura" di Lucio Dalla. ;-)

Un abbraccio StepByStep :-)

GIOIA ha detto...

L'italia è il paese dei paradossi e in quanto tale ha quello che merita: politici mafiosi che hanno la pretesa di portare avanti una lotta alla mafia, prendendoci per scemi..politici cocainomani che portano avanti la loro battaglia contro l'uso e l'abuso di?? cocaina, appunto, solo per gli altri però..ma esiste anche il pazzo omicida che investe e ammazza 2 ragazze e che già sta a casa..mentre io la galera me la rischio per qualche spinello!!! ecco qua - ogni tanto sale la cattiveria e penso sinceramente che siamo quel che meritiamo di essere!!!!!!
per fortuna che subito dopo penso alla forza di cui soltanto alcune persone sono capaci.. e ricomincio a sperare..chiamateli martiri, oppositori, eroi .. in fin dei conti erano persone come noi che hanno creduto profondamente nelle loro idee
E' QUESTO CHE COMINCIA A MANCARE!!