L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

martedì, ottobre 23, 2007

Pro i bi Zio nisMo

Signore, tu che sei l'emblema di questa società un pò bacchettona e al tempo stesso borghesotta, dimmi...
posso darti del tu vero?
Ok...dimmi perchè io dalle due di notte in poi non posso più crogiolarmi in una birra, subendo l'arsura del tempo, del ballo, della noia e del caldo nel locale, pub o discoteca in cui mi trovo.
Tu persona perbene e tranquilla o forse inutile giornalista di StudioAperto mi potresti rispondere che così non ci saranno più morti nelle strade nei week end per le stragi del sabato sera. Io penso che sia una cazzata.
Lo dico nel pieno rispetto delle vite che sono state spezzate, nel rispetto delle leggi e dei codici.
Dico solo che è un palliativo per mettere contenti al loro posto i bacchettoni che animano il nostro Bel Paese, ma non sono soluzione a nessuna strage.
Faccio semplicemente un paio di domande alle quali vorrei fosse data risposta.
Quanta gente si muove nel fine settimana? Nelle ore di divertimento tra venerdì e domenica, in tutta Italia, si muoveranno diversi milioni di persone. Parlo di milioni.
Quante persone perdono purtroppo la vita e quante per motivi legati all'alcol?
Si può parlare di strage?
Allora perchè non vietiamo le vacanze estive, visto che durante "l'esodo" muoiono svariate decine di persone?
Perchè non diamo maggior risalto ai mille e passa defunti sul posto di lavoro?
Sono forse meno accattivanti per l'opinione pubblica? Sono forse troppo povero e schierati i sindacati per sentire le loro proteste?
Perchè non abbassiamo i prezzi dei taxi o mettiamo mezzi pubblici tutta notte?
Perchè non controlliamo i modelli delle auto che finiscono coinvolte, magari la colpa è della Twingo piuttosto che della Barchetta. Magari è in ciò che ha mangiato l'autista.
Ma perchè nessuno parla di cocaina? Forse perchè aprirvi un'inchiesta toccherebbe il vizietto di molti di voi bacchettoni perbenisti?
Perchè non andiamo a vedere come guidano queste persone, perchè non è l'alcol a farti andare per forza veloce o essere violento e irascibile, ma la tua testa di cazzo.
Ok...ora datemi pure dell'alcolizzato perchè trovo ridicolo vietare una cosa perchè non si trovano soluzioni intelligenti. Ditemi che tutto il possibile viene fatto contro la prostituzione e la pedofilia.
Ditemi che questa è la soluzione migliore perchè mi sono davvero rotto i coglioni di sentirmi preso per il culo dal vostro fottuto perbenismo.
Ora lascio vi lascio alla vostra bella società, dove non esiste il negro o l'immigrato e se c'è è cattivo. Vi lascio ai vostri figli che non si drogano, ma chissà chi consuma tutta questa cocaina, vi lascio ai vostri mariti fedeli, ma non mi spiego chi vada a trans. Le mogliettine tutte "casa e chiesa", salvo poi andare a letto col vostro migliore amico. I vostri presti con molte attenzioni extra ecclesiastiche sul pargoletto...non vorrei turbarvi troppo.
Io chiamerò qualche amico border line come me, ho voglia di bermi una birra.

14 commenti:

malla#14 ha detto...

L'argomento del proibizionismo è difficile. Possiamo dire che il provvedimento di proibire la vendita di alcolici dalle due in poi è un tentativo. Senz’altro se questo porterà alla chiusura dei locali anticipatamente e la gente rimarrà in giro meno, forse la minor stanchezza contribuirà alla diminuzione di certi incidenti. Ma molto probabilmente non cambierà nulla. Io posso stortarmi fino all'una e 59, prendere 10 birre in 10 minuti e mettermi alla guida. Molto probabilmente non è questione di orari, ma di coscienza. Si parla spesso di questa parola. Cosa vuol dire? Vuol dire che è verissimo che l’alcool non aiuta nella guida, che rallenta i riflessi e l’attenzione, che altera la percezione. Ma da questi presupposti a mettersi alla guida in maniera folle ci sono una lunga serie di altri errori… Ecco la coscienza deve essere quell’appiglio che evita il susseguirsi di questi errori. Deve farmi dire che se ho bevuto più del dovuto non mi metterò alla guida. So che questo “bere più del dovuto” è un concetto relativo, non lo si può fissare in dei parametri. Lo stato ha giustamente fissato i suoi, bassi rispetto al resto dell’Europa. Quell’Europa che forse bisognerebbe guardare maggiormente in questo caso; in molti paesi c’è una forte cultura del bere. Da questi stessi paesi, in particolare quelli nordici, deriva la nostra moda del bere. La chiamo moda perché L’Italia è sempre stata il paese del vino a tavola, ma per quanto riguarda il fenomeno delle bevute alla sera è ancora un paese senza tradizione. Siamo influenzati (fortunatamente..) da modi e usanze di altri paesi. Ci affascina la loro cultura serale o alcolica, ma da noi si deve ancora radicare. Siamo un mix tra tradizione spagnola per quanto riguarda gli orari (molti di noi fanno serata fino alle prime luci dell’alba) e cultura anglosassone per quanto riguarda la quantità del bere (alzare il gomito, insomma, ci piace…) . In Inghilterra si beve come delle spugne, ma le serate finiscono presto. Quello che manca in Italia è una nostra identità, una cultura del bere. So che è un argomento scomodo, perché non si può parlare dell’insegnare alle persone a bere, ma non ci si può nemmeno limitare a dire che l’alcool è una piega sociale senza provare a curarla a fondo, perché limitare a volte vuol dire incentivare.

lucia ha detto...

"Vecchia piccola borghesia, per piccina che tu sia non so dirti se fai più pena, schifo o malinconia. Vecchia piccola borghesia, il tempo un giorno ti spazzerà via."
Claudio Lolli

ps
lo lascio cantare e mi limito a darti un bacio

a presto

ventodiprimavera ha detto...

Bisognerebbe imaparare a conoscere e controllare il proprio equilibrio..

Alberto ha detto...

Tante domande inquietanti, tante risposte scomode...
Non esiste il bianco e il nero, esiste la Juventus! (Alèèè-ooòooh) :-D

Non ci sono buoni e cattivi, ci sono uomini e donne (e tronisti e puttane - ndr).

Non ci sono perbenisti e fancazzisti, esistono noia e disperate solitudini.

Non ci sono "non ci sono", c'è tutto e il contrario di tutto: mamme assassine dei loro figli, pedofili mascherati da moralisti, figli pronti a uccidere i ìgenitori e a trovarsi alibi in discoteca.

Però ci sono anche tanti "krepa" e tante donne belle; e quindi vale la pena continuare a sperare. Anche se probabilmente le risposte non saremo noi a trovarle. :-/

Un abbraccio borderline :-)

DK ha detto...

a torino questa cosa non è arrivata... o forse frequento solo posti offlimits per la legge...

ma poi, uno prima delle 2 di notte ha un limite sulla quantità di alcool da acquistare o può far la scorta anche per le ore seguenti?

Adesso, io sono sempre più convinta che l'unica soluzione sia mazze e panelli fanno i figli belli, che non è una cazzata... che se ci fosse un po' più educazione intelligente e consapevole, se ognuno ci provasse, per se e per i propri figli, non servirebbe il proibizionismo e neanche tante altre puttanate. non do la colpa alla borghesia (che ci son anche io poi, lì, infondo) e nemmeno ai politici. A me piuttosto sembra una mancanza (ma non pedagocica proprio emotiva forse) che c'è da sempre...

Germania... ehhh Germania, Berlino con le metropolitane che funzionano tutta la notte nel we, che trasportano gente alticcia che a sua volta trasporta casse di birra per andare andare a festeggiare con gli amici. Torneranno tutti a casa storti con la metropolitana che funzina tutta notte, nonostante la storta avranno con sè un biglietto del metrò.

krepa ha detto...

@malla:cazzo di sante parole
@lucia;ricambio il bacio molto volentieri
@ventodi:vero...bisognerrebbe anche averlo un equilibrio
@alberto:lasciando stare il fatto che il bianco nero non mi piace,ma amo i colori...sono d'accordo sulle belle donne ma meno sui tanti "krepa"
@DK:anche qui in ceri posti non ci sono restrizioni, ma vivi come nel '20 a NY. puoi farti consumazioni prima, ma alle 2 molti chiudono del tutto...sul resto hai ragione, ma all'estero i mezzi vanno e i taxi costan poco

apepam ha detto...

Ed io che credevo di avere il dentino avvelenato.. wow!
Che faccio?
Faccio coro con te!
E passa la birretta ;)
1bacio

mangio_bambini_e_bevo_birrini ha detto...

visto che nessuno lo ha ancora detto:
PRIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!


e fanculo a chi beve solo prima delle 2, io vado alla centotrentanovesima casa e bevo quando cazzo mi pare! vero bel bambino krepaldino?

krepa ha detto...

@apepam:che fare...unisciti per una birra...l'invito c'è
@mangia_bambocci:BRAVOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!evviva le centotrentanovesime case, evviva la clandestinità e fanculo i benpensanti

Cico, un bravo ragazzo ha detto...

una sera sono ansato con l'ambulanza a prendere una ragazza, vittima di un incidente stradale. Non so come sia andata poi per lei, io so solo che l'ho portata in ospedale, piangeva e non riusciva a muovere le gambe. Spero davvero si sia ripresa, ma quella scena ce l'avrò sempre in mente.

L'incidente era stato causato da un tizio, ubriaco marcio, che le era andato addosso. Lei tornava da una cena a casa di amici.

Lui illeso, se la rideva appoggiato alla macchina e gli amici lo sfottevano. Lei a terra piangeva, con diverse fratture gravi.

Tutto questo lo dico perchè sono convinto che visto che chi si ubriaca fino a marcire il sabato sera e pois i mette alla guida è gente senza in cazzo di cervello, l'unica cosa che puoi fare, come coi bambini, è proibirgli le cose.

Se poi, per punirne pochi, scontenti i molti che un cervello ce l'hanno, beh, poco male

MusEum ha detto...

Ben detto, krepa... Siamo nelle mani di un manipolo di ipocriti che decidono delle nostre vite.

A Roma ti dico solo che molti bar - non coinvolti dal provvedimento di restrizione - hanno chiesto e ottenuto il prolungamento dell'orario di apertura di notte. Visto che i locali di intrattenimento (discoteche e affini) hanno il divieto di vendere alcolici dopo le 2, ci pensano loro! A dispetto dei locali che organizzano serate a ingresso gratuito e che mantengono il personale grazie agli introiti derivanti dalla vendita di alcolici. Come al solito ci vogliono far credere che proibire sia la soluzione... Come se non esistessero mille modi per aggirare il divieto...

Ma vogliamo parlare poi del fatto che le forze dell'ordine che dovrebbero fare i controlli su strada e fermare chi si mette alla guida ubriaco non hanno i soldi per svolgere il proprio lavoro? Ricordo ancora il servizio del telegiornale che mostrava le divise scrause che lo stato ha fatto realizzare per loro in gran risparmio, sbagliando persino la misura dei passanti per infilare il cinturone con la pistola...

Ma la colpa, gira che ti rigira, è sempre nostra caro krepa. Come il famigerato cetriolone.

Siamo noi che siamo dei 'bamboccioni'!

Un abbraccio al luppolo!

Alla salute (e alla faccia) della Repubblica di Bananas.

krepa ha detto...

@cico:immagino tu sappia che mi spiace per la ragazza e ammazzerei di botte quello scemo e i suoi amici. ma questo non è il punto...Lui può comunque bere senza questo divieto e al 99% è uno che va forte anche sobrio. E' nell'indole dell'uomo fare certe cose...non è bevendo che si va forte o si picchia la gente...certo può capitare, ma non è per quello...devono essere altre le precauzioni. Auto meno veloci?
no?
@musEum:soliti tappi vistosi per colmare lacune ben più ampie...ma finchè ci sta bene così, andremo avanti così...

raisedfist ha detto...

Se ti interessa c'è una raccolta firme al riguardo..

krepa ha detto...

@raisedfist:ottimo il tuo blog e dimmi subito dove firmare