L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

giovedì, settembre 21, 2006

Le abitudini di un abitudinario

Mi è stato fatto un invito specifico ed io ad invito da parte di una fanciulla non posso rifiutare.
Per cui eccomi qui ad elencare cinque mie abitudini. Come dice il titolo, mai a caso, mi ritengo un abitudinario, non ordinario, ma che non ha molta fantasia nell'occupare la propria giornata.
Anche se la riempie sempre.
Non voglio banalizzare la cosa dicendo che non bevo questo o faccio colazione con quello, penserò a cosa poco ordinarie del mio abitudinario e quieto vivere.

1-se sono a casa solo dormo con la luce accesa. Non sempre, ma non amo il buio. Ho paura? non so...ma come dicevo quest'estate ai miei compagni di ventura, non mi piace non vedere ciò che mi circonda e ciò non mi fa amare il buio e forse proprio perchè l'amore è un salto nel buio, sono sempre stato restio a buttarmi.

2-penso sempre a ciò che devo fare, facendo sempre (o quasi) il contrario di ciò che ho pensato. Penso di dire cose a persone che poi non dico. Penso di fare ciò che non faccio. Di mandare messaggi o ammettere cose.
Magari è un vivere sognando, ma mi preoccupa il non fare certe cose, perchè spreco del tempo a pensarle.

3-quando faccio l'amore con me stesso e sono in crisi con i miei stimoli, penso a persone che conosco e a ciò che farei. Non mi piace pensare a ciò che ho fatto in passato, preferisco il futuro.
Devo dire che funziona. In caso di risposta negativa chiamo l'144.

4-mi piace cucinare, ma per farlo sporco una marea di piatti (cos'è una marea di piatti?). Ciò mi porta a non cucinare mai, a meno che non inviti a cena qualcuno (adoro invitare a cena amici, proprio perchè mi piace cucinare). La conseguenza ultima è che sono sempre ad un bivio, ovvero o non mangio o mi devo concentrare su cibi alternativi e di rapido consumo, cioè il kebab...non vi dico il bagno di casa mia in quei giorni.

5-ho l'abitudine di ascoltare tutti anche quando non mi frega un cazzo, ma penso sempre che se me lo dicono vogliono trasmettermi qualcosa o soltanto sfogarsi ed io sono onorato da ciò. Tanto onore mi porta a sentire lo stimolo di dover commentare...e rovino tutto, non so dare consigli.

Ora, capisco che leggendo queste cose direte..."ma non sono abitudini"...lo so, ma non sapevo che dire, ho allungato il brodo aggiungendo qualcosa alla realtà.
Capirete anche che se dovessi andare a vivere solo sarebbe un problema tra luci accese e pranzi avariati, ma confido sempre nel trovare qualche crocerossina o amico (con lo spirito del medico senza frontiere) che mi accolga.
Devo obbligare qualcun'altro a farlo?

13 commenti:

Anonimo ha detto...

....leone lungi da mè rovinarti un puntello con una micia.....ma 2°mè ti stai atteggiando un'pò troppo da artista e dipingi tutto ciò ke t circonda come fosse un qulcosa ke 'accade' +ttosto ke un qualcosa ke stai vivendo.....sai ke siamo 2 pirla e questo ci dà la possibilità di essere sinceri quasi sempre,anche se con il sorriso sulla bocca. Mi spiego meglio; non scrivi cazzate, solo mi fà pensare il fatto ke di persona + ke puttanate non riesci a dire e quando scrivi sul blog sembri un uomo misterioso e 'vissuto'.....cmq visto il mio pubblico sarò breve, questo tuo lato 'poetico-vissuto' è sinceramente bello, quindi ogni tanto prova a sparare 2 cagate in meno in palestra e fai uscire il tuo lato poetico...........e non dire ke in palestra non c'è gente seria xkè sai ke non è vero,miaooooooo. Ronny

flemmaossidrica ha detto...

bello il commento precedente,
come fare complimenti tirando mazzate eh eh ;)
condivido quell'abitudine dell'ascoltare anche se non mi frega un cazzo, perchè non si sa come le persone mi tirano fuori delle cose che giuro non l'ho mai detto a nessuno
sarà?!
che ci farò poi con tutte queste storie..

Anonimo ha detto...

una marea di piatti: piatti che continuano ad avanzare nel lavello fino a superare il bordo... e poi all'improvviso scompaiono, perchè lavati!
cigarro

krepa ha detto...

@ ronnie:ma la vuoi finire o no?!? vorrei un commento di Max al tuo commento...poi lo sai che copio tutto quello che scrivo

@ flemma: puoi dire che il commento sora è bello, ma non conosci il soggetto, cambieresti idea. dai scherzo, il fatto è che mi ama

@ cigarro: grazie...la prossima volta so chi chiamar per i piatti

sonia ha detto...

Ho letto tutto già ieri notte...ma non ho osato rispondere vista l'ora! Mi aversti presa per pazza :o)

Sai che mi piacciono un bel po' le tue strane abitudini, ma soprattutto il modo in cue le hai espresse: sinceramente!

Sei un grande krepa! ;o)))

Antolla ha detto...

Krepa, diglielo che siamo come l'inglese: si scrive in un modo, si pronuncia in un altro.
Ripensandoci, io sono più come l'italiano: dico e scrivo qazzate, sempre allo stesso modo. :)

Peace&Loan.

Anonimo ha detto...

e so fare anche altro...signò.
cigarro

Colombina ha detto...

PUNTO 3- Mi piace l'idea di nn stagnare nel passato, godiamoci il futuro!

krepa ha detto...

@ sonia: ma sapessi quali sono le mie vere abitudini

@ antolla: mi piace il paragone con l'inglese. giusto...

@ cigarrro: giusto saper fare tutto e se non lo si sa fare provare e riprovare...prima o poi viene bene

@ colombina: piacere per la visita...godiamoci sto futuro

Colombina ha detto...

Non mi dispiace per niente e metto anch'io il tuo link nel mio blog!

sonia ha detto...

urca adesso me le devi proprio dire...le voglio assolutamente sapere...;o)

Viola ha detto...

OO!a me farebbe comodo una persona che stia ad ascoltarmi le ore anche se non gliene frega un cazzo....quando vuoi krepa!!!

krepa ha detto...

@ colombina:linkiamoci

@ sonia: sono perversioni private

@ viola: dimmi tu...