L'angolo adatto per nani, ballerine, cantanti, troie, alcolizzati e illusi. Ovviamente qui nulla è serio...se sei dei nostri...benvenuto, entra pure

giovedì, settembre 01, 2005

Possono due elefanti far l'amore su una 206?

Fa caldo anche alle otto di sera in questa città. Anche se il sole non c'è più, l'umidità ti taglia le gambe. Anche se sei fuori Milano, a Muggiano. In più da queste parti per ogni uomo ci sono trentamilioni di zanzare di tutte le dimensioni.
Una pacchia per gli amanti del settore e del sadomaso.
Fa caldo dicevo, e tu sei lì per correre, è iniziata la preparazione e la palla la vedrai solo per qualche minuto. Corri sudi fatichi. Alla fine sei felice del lavoro fatto, strizzi la maglietta ed esce sudore. E' mercoledì e negli occhi di qualcuno risuona un solo nome:MOM.
Bisogna bere per reintegrare ciò che si è perso chi fa sport sa queste cose.
Così accade che riempite la macchina con le borse, quattro per la precisione e già si sta stretti. Poi tu, il ballerino de noartri Luca, il modello prestato al calcio Riky e il dinoccolato Luca vi dirigete al Mom. Prima tappa però,un panino, perchè "cazzo sono le undici e ciò fame".Dopo mezzora ci siamo e subito tutti beccano tutti.
C'è tutta la mia Kumpa, ci sonno amici dei Luca, l'amore platonico segreto di Riky. Si beve il grande Baffo, si dicono cagate, poche cose serie riguardanti per lo più culi o tette di ragazze e quando ormai le gambe non reggono più si torna a casa.
Al gruppo-macchina si è aggiunto Lillo e con lui che è grosso dobbiamo stare dove già eravamo stretti. Ma in fondo che cazzo ce ne fotte, ci siamo divertiti, abbiamo bevuto...e passa un tram.Di corsa due tipine cercano di prenderlo (il tram), lo perdono e subito i lupi attaccano. Dove andate chi siete perchè...un fiorino.
Alla fine non sono di Milano, Firenze e boh. Devono andare a casa in Ticinese (ma il tram non andava dall'altra parte?) e subito le spiegazioni di strade si sprecano. Poi l'idea...vi portiamo noi...in sette ci si sta su una 206, con le borse poi...
In più Riky giura che la bionda lo toccava e la fiorentina era davvero una bella fighetta ed è più storta di noi. A un tratto si ferma una macchina, è il tipo della fiorentina che l'aveva lasciata a piedi, dopo un pò se ne va incazzato e loro restano. In tutto ciò la certezza che quei tipi fossero dei babbi perchè il dinoccolato l'avrà ripetuto trenta volte "io quello lo conosco è un babbo, ma un babbo-babbo". Morale della favola, nessuna perchè l'unico con la testa sulle spalle aveva la macchina e in sette non si va. Giusto.
Io Lillo e Riky restiamo giù. Loro le accompagnano e tornano subito, per cui non hanno concluso nulla. L'attesa però ti stuzzica la mente e quando tornano Lucone scende e col miglior sorriso dice di avere il numero della fiorentina.
Noi pronti lo invitiamo a mandarle un messaggio e ci presentiamo sotto casa sua. Non risponde. E' spento o falso. Pazienza si citofona un pò a tutti i condomini, si sveglia qualcuno ma non si riesce a trovare sta cazzo di Beatrice.
Delusione per la seratina mancata, in più per un passaggio neanche un chionzo.Incredibile la mancanza di riconoscenza. Il ritorno è mesto, ma si ride di brutto, poi anche l'idea di andare a fare un PuttanTour fallisce e allora casa.
Sono le tre passate e domani si ricomincia.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

sei un babbo, smettila di scrivere cagate, sfigato.

krepa ha detto...

Grazie riky....non erano obbligatori gli insulti, ti ho detto "anche...", se proprio devi

Riki ha detto...

zio non sono stato io a insultarti..lo sai che se lo faccio ti riempio almeno venti righe..non mi limito a darti del babbo, cosa che peraltro è già nota a chi ti conosce.
Baci